Home Fai da te Come arredare uno studio di registrazione a casa

Come arredare uno studio di registrazione a casa

0
CONDIVIDI

Gli amanti della musica spesso decidono di riservarsi in casa una stanza da adibire a studio di registrazione. Contrariamente a quanto avvenga per altre stanze, una sala di registrazione musicale non ha particolari regole d’arredo, data l’utilità particolare non occorre che il suo stile sia legato a quello del restante ambiente. Tuttavia è giusto che ci siano dei complementi d’arredo di stile, che ben si compensano con gli accessori che poi realmente risultano utile all’attività di recording che vogliamo intraprendere.

Grazie alla tecnologia che avanza e grazie all’avvento di internet, gli amanti della buona musica possono crearsi il loro piccolo regno comodamente da casa, senza dover ricorrere necessariamente a spese enormi tra studi, libri e lezioni di professionisti. Il punto però è: come si organizzano gli spazi della stanza di music home recording? Ci vuole la massima linearità e armonia tra i tanti accessori utili per un buon lavoro, bisogna insonorizzare la stanza e renderla accessibile esclusivamente a chi davvero ne deve fare utilizzo. Non basta dunque acquistare tutto l’occorrente su www.extrasound.it, c’è bisogno anche di riordinare in maniera efficiente e ottimizzata la stanza.

Cosa occorre per arredare uno studio di registrazione a casa

Dopo aver scelto la stanza avremo il problema di dover acquistare tutti i complementi d’arredo utili per la stanza. A partire da mensole, scaffali e scrivanie su cui appoggiare tutto l’occorrente per la registrazione. Ciò che andremo a scegliere deve essere resistente e allo stesso tempo pratico, non deve occupare lo spazio e non deve compromettere la sonorità della stanza.

La stragrande !maggioranza delle volte, la scelta di mobili ad hoc è importante e fa la differenza, sia a livello di design e stile sia a libello di praticità. Di norma, il mobile per eccellenza è quello su cui hanno appoggiati il mixer e la superficie di controllo. Le linee presenti sul mercato, proposte da vari brand, offrono modelli diversi adatti ad ogni tipo di strumento necessario.

Ecco dunque che, arrivati a questo punto, possiamo passare all’acquisto dei reali strumenti necessari al recording, i quali non sono tanti, ma sono comunque indispensabili. Essi sono:

  • Un computer
  • un software di ear training
  • un programma di editing dei file musicali
  • DAW e scheda audio combinate
  • due microfoni
  • cuffie
  • un’asta per microfono
  • un filtro antipop

L’insonorizzazione di una stanza di registrazione

L’allestimento di uno studio di registrazione in casa ha bisogno per causa di forza maggiore di insonorizzare le pareti della stanza scelta. Una simile accortezza è importante per lavorare con serenità senza sporcare i suoni che incidiamo, ma è importante anche per non arrecare fastidi ai nostri familiari.

L’insonorizzazione della sala di registrazione comporta l’installazione di alcuni pannelli che fungono da isolamento acustico: si tratti di quadrati morbidi fatti di gomma piuma (normalmente di colore nero) venduti in commercio con il nome di pannelli fonoassorbenti. Siriano in vendita a prezzi accessibili e un po’ ovunque. La loro applicazione è facile e rapida, dal momento che si incollano con un apposito collante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.