Home Ambienti Come applicare la tappezzeria ai muri, arredare con la carta da parati

Come applicare la tappezzeria ai muri, arredare con la carta da parati

0
CONDIVIDI
Come applicare la tappezzeria ai muri, arredare con la carta da parati

Idee e consigli su come tappezzare i muri con la carta da parati, un trend che sta prendendo piede anche in Italia con i suoi pregi e i suoi difetti per valorizzare un arredamento moderno.

Carta da parati come complemento d’arredo

Rivestire completamente le pareti di casa o di una stanza della stessa è una scelta caduta un po’ in disuso soprattutto perché si è capito che la carta da parati ostacolava la traspirazione dei muri, una cosa importante da non sottovalutare per l’igiene e la salute delle pareti che poi si riflette anche sulla salute personale. La scarsa traspirazione, infatti, facilita la formazione di umidità e muffe che sono deleterie per la salute di chi abita in quegli ambienti. Da qui la scelta di dipingere le pareti con vernici traspiranti invece di mettere la carta da parati. Nonostante questo, però, non si può negare che le carte da parati siano una soluzione ottima per dare risalto ad una parete, rinnovare l’aspetto della casa anche con un incremento dell’eleganza dell’ambiente. Attualmente, quindi, è sempre più percorsa la via mista, ovvero di affiancare ad una buona tinteggiatura una parete in tappezzeria per sottolineare elementi architettonici particolari o valorizzare elementi d’arredo che resterebbero magari un po’ sviliti dalla tinta delle pareti.

Prendi ad esempio l’inserimento di un mobile antico in un arredamento moderno: le due cose cozzerebbero, dando al complesso un aspetto poco piacevole ma se inserisci il mobile antico a ridosso di una parete tappezzata in modo da dare risalto al mobile stesso, avrai armonizzato il mobile con l’ambiente ottenendo un effetto piacevole che si integra perfettamente anche nell’ambiente prevalentemente moderno. Un altro modo di utilizzare la tappezzeria parziale è quello di applicare la carta da parati alla parete dietro alla testiera del letto o dietro al divano, facendo risaltare un angolo particolare della stanza. E’, infine possibile abbinare carta da parati e tessuti d’arredo, realizzando un insieme stilistico di pregio dal punto di vista estetico.

Come si applica la carta da parati

Applicare la carta da parati non è cosa complicata, è perfettamente alla porta di chiunque, basta solo avere la giusta attrezzatura, pazienza e conoscere alcuni principi ed accorgimenti che ti permettono di fare bene il lavoro. Ti servono, tanto per cominciare:

-due cavalletti con un lungo piano d’appoggio

-colla da tappezzeria

-pennello largo

-un secchio

-un filo a piombo

-un cutter

Parti dall’acquisto della carta, venduta a rotoli in genere da 10 metri e con larghezza di solito intorno ai 50 cm. Considera, quindi, che da ogni rotolo otterrai tre teli, quindi con ogni rotolo coprirai 1,5 metri di parete. Calcola, quindi, di quanti rotoli hai bisogno e acquistane uno in più per fare fronte ad eventuali errori.

Consigli utili per tappezzare una parete

Misura l’altezza della parete aggiungendo 10 cm e taglia un primo telo che userai come misura per tagliarne un secondo sul quale taglierai il terzo e così via. Accertati che la parete da ricoprire sia liscia e stucca e carteggia eventuali crepe e irregolarità. Se il muro è nuovo, vergine, dovrai preincollarlo, altrimenti puoi evitare questa operazione. Avrai già preparato in precedenza la colla da tappezzeria nel secchio, seguendo le istruzioni che trovi sulla confezione; a questo punto stendi un primo telo sul piano di appoggio con il retro verso l’alto che passerai con la colla tramite il pennello largo.

Inizia a tappezzare dal bordo di una porta o di una finestra: con il filo a piombo e una matita, traccia una linea perfettamente parallela al bordo della porta o finestra, una linea che prolunga tale bordo verso il soffitto , quindi applica il telo incollato in modo che segua perfettamente la perpendicolare alla porta, avendo l’accortezza di lasciare alcuni cm di eccesso verso l’alto cui corrisponderà uno stesso eccesso verso il basso. Passa il telo incollato con una spazzola per eliminare le bolle d’aria con un movimento dal centro verso l’esterno e dall’alto al basso, quindi passa i bordi con il rullino da tappezzeria per migliorare l’adesione alla parete. Procedi allo stesso modo con gli altri teli e quando avrai terminato la parete, attendi un po’ che la colla sia asciutta, quindi con il cutter taglia gli eccessi rifinendo bene la parte alta e quella bassa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.