Home Fai da te Come pitturare le pareti interne

Come pitturare le pareti interne

0
CONDIVIDI
Come pitturare le pareti interne

Col caldo si ha voglia di rinfrescare casa, e cosa c’è di meglio che ritinteggiare le pareti con un nuovo colore? Quale pittura è adatta ai propri muri e consigli utili su come dipingere gli interni

Dipingere casa in vista dell’estate

Periodicamente si presenta il problema di ridipingere le pareti di casa, un lavoro che non tutti amano fare ma d’altra parte affidare il lavoro ad un imbianchino certamente porta ad un risultato perfetto ma anche a costi non proprio trascurabili. Tanto vale, quindi, armarsi di pazienza e buona volontà e procedere da se a questo compito. Le pareti raccolgono polvere, si impregnano dei vapori della casa, le stesse vernici con il tempo tendono a sfarinare e comunque il colore si altera, non è certo più bello come appena applicato: la luce solare sbiadisce i colori, se hai le pareti bianche inevitabilmente tenderanno ad ingiallire, insomma la tua casa diventa un po’ meno bella. La pittura murale è sicuramente il modo più semplice e meno costoso per rinnovare le pareti di casa, approfittando per dare magari anche un nuovo look, cambiare il colore per ottenere diversi effetti.

A seconda del colore darai più o meno luminosità agli ambienti, con le varie tonalità puoi anche giocarti effetti ottici per fare apparire più stretto o più largo un ambiente, giocare sulle prospettive e anche mascherare delle imperfezioni sulle pareti senza necessariamente rifare pezzi di intonaco. Ovviamente le pitture murali lisce e bianche hanno bisogno di un fondo ben lisciato e regolare ma con i colori puoi fare in modo che le imperfezioni non si notino e con particolari pitture le stesse imperfezioni non solo vengono mascherate ma da difetto si possono trasformare in pregi. Ci riferiamo in particolare alle pitture goffrate, a buccia di arancia o con effetti simili che sono particolarmente adatte ad ambienti dallo stile un po’ rustico ma che sono perfette se le pareti sono fortemente irregolari.

Quale pittura scegliere per colorare casa

Se non sei alla ricerca di particolari effetti decorativi, le idropitture sono forse la scelta migliore; a base d’acqua, queste pitture possono avere livelli di resa anche parecchio differenti tra le varie marche e le composizioni possono essere a loro volta molto diverse influenzando i risultati. Importanti sono in particolare i pigmenti utilizzati che determinano l’effetto del colore sulla parete mentre particolari additivi possono limitare il gocciolamento delle vernici e incidere sull’omogeneità del prodotto e l’emulsione rende la vernice più o meno lavabile.

Gli Spatolati consentono di ottenere un effetto anticato, una parete un po’ grezza, come erano una volta. Questi prodotti sono, di fatto, stucchi minerali che si adattano perfettamente sia a pareti interne che esterne ma per la loro applicazione non serve il pennello ma spatola e frattazzo, come si fa per intonacare, quindi l’uso fai da te è riservato a chi abbia una certa manualità e pratica con questi strumenti, pena un risultato deludente e per niente bello da vedere. Il costo di questa soluzione è superiore alla semplice pittura ma anche la durata è nettamente superiore, andando a compensare, almeno in parte, il maggior costo.

Il segreto per muri briosi

Se vuoi giocare su luci ed ombre, puoi optare per gradazioni diverse del medesimo colore su pareti ortogonali, dando più profondità o maggiore larghezza all’ambiente, risaltando diversamente le pareti e mettendo anche in maggiore risalto particolari dell’arredamento. In generale i colori chiari danno maggiore luminosità all’ambiente e aumentano il senso di profondità mentre quelli scuri tendono ad appiattire, a rimpicciolire a livello visivo l’ambiente. Per terminare vogliamo ancora ricordarti che la tecnica moderna ha studiato e prodotto vernici specifiche per la ceramica di casa, quindi perfettamente in grado di cambiare il look delle parti piastrellate: l’applicazione prevede due strati, il primo che funge da “aggrappante” che determina anche il colore mentre il secondo strato rappresenta la finitura lucida trasparente; questo tipo di pittura resiste fino a 50°C ed è perfettamente lavabile. Essendo anche il lavabo in ceramica, con queste pitture puoi rinnovare in maniera originale anche questo elemento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here