Home Giardini e Terrazze Verande da giardino, quali autorizzazioni servono?

Verande da giardino, quali autorizzazioni servono?

0
CONDIVIDI
verande

Se si necessita di ampliare gli spazi abitativi della propria casa la soluzione più pratica e funzionale è senza dubbio quella di chiudere uno spazio esterno con una veranda così da creare un vano aggiuntivo da destinare all’uso che si preferisce.

Le verande da giardino, dette anche giardini d’inverno, sono delle strutture fisse in vetro e alluminio – legno o PVC- che delimitano e chiudono una porzione di area esterna adiacente all’abitazione. È possibile realizzare una struttura di questo tipo anche su un balcone, o un terrazzo così da renderli vivibili e sfruttabili per dodici mesi all’anno, in ogni momento della giornata e in qualsiasi condizione climatica.

Se vi state chiedendo quanto possa essere confortevole una stanza ricavata all’interno di una veranda, la risposta è: molto. Le verande di ultima generazione, infatti, garantiscono altissimi livelli di isolamento termico e acustico così da creare un ambiente tranquillo e silenzioso in cui non sarà difficile sentirsi a proprio agio e rilassati.

Caratteristiche principali delle verande da giardino

Questa particolare tipologia di struttura può essere fissa – se ancorata al suolo – o mobile. È composta da una pedana  che funge da pavimento (in alcuni casi è possibile sfruttare il pavimento già esistente), una struttura portante in alluminio, legno o pvc e da pareti in vetro o PVC trasparente. I serramenti possono essere fissi o apribili a seconda delle esigenze, della collocazione e dell’uso a cui è destinata la veranda. Le caratteristiche del tipo di veranda che si intende realizzare sono elementi da valutare con attenzione anche ai fini burocratici.

Occorrono autorizzazioni per costruire una veranda?

La risposta è sì. Le verande da giardino o da balcone sono strutture chiuse e fisse che vanno ad aumentare la planimetria di un’abitazione e di conseguenza necessitano di un permesso a costruire da parte del comune di residenza, e in caso di un appartamento situato all’interno di un condominio, anche del nulla osta condominiale, dal momento che la struttura va a modificare anche la sagoma dell’edificio. Le regole per la realizzazione di verande esterne variano da comune a comune, di conseguenza si consiglia di consultare il Regolamento Edilizio comunale per sapere esattamente cosa è possibile, o non è possibile fare.

In linea di massima per realizzare una veranda sul terrazzo, o in giardino è necessario richiedere e ottenere un permesso a costruire o  – nei comuni più “permissivi” – una SCIA, ovvero, una segnalazione certificata di inizio attività, che a differenza del permesso a costruire non è vincolata al parere dell’ente. In altre parole, nel primo caso non è possibile iniziare i lavori senza il previo via libera dell’ente; nel secondo caso la semplice presentazione della Scia dà diritto ad iniziare la costruzione della veranda.

La realizzazione di una veranda senza i necessari permessi edilizi rientra tra i casi di abuso edilizio. Non è, invece, necessario richiedere alcuna autorizzazione nel caso di manufatti mobili, di piccole dimensioni e che non vanno ad aumentare la volumetria dell’abitazione. In questi casi è sufficiente inviare una semplice comunicazione di inizio lavori al comune (CILA).

In conclusione, le verande da giardino con le loro linee moderne, la loro anima green e il giusto compromesso tra funzionalità ed estetica, consentono di sfruttare in maniera razionale tutti gli spazi a disposizione in armonia con l’ambiente esterno, ma vanno comunque ad aumentare la volumetria di un appartamento e di conseguenza necessitano di alcuni permessi per essere realizzate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.