Home Curiosità Come illuminare la casa senza lampadari

Come illuminare la casa senza lampadari

0
CONDIVIDI
illuminare casa

Con i nuovi stili d’arredo che si stanno affacciando nel nostro fare quotidiano, la casa non ha più lo stesso aspetto di prima. Molti complemento hanno cambiato modo di concepire tutto il design, e tra questi c’è anche l’uso dei lampadari. Anzi il non uso dei lampadari. Oggi come oggi infatti l’illuminazione di casa può avvenire ad opera di nuovi strumenti che sono in grado anche di dare valore aggiunto all’abitazione. Abitazione che non mancherà mai di illuminazione

Quindi se fino ad ora luminosità di casa lascia pensare a lampadario, le cose sono totalmente cambiate. Esistono diverse opzioni che possono essere esperite per cambiare radicalmente le caratteristiche della struttura.

Contenuti articolo

Perché non scegliere un lampadario

Ci sarebbero milioni di motivi per i quali un lampadario potrebbe non essere la scelta perfetta all’interno di casa. Per quanto infatti possa sembrare la soluzione più sbrigativa rischia di stonare all’interno di uno stile magari semplice e sofisticato come il minimal o il shabby chic. È per questo motivo che vanno considerate le altre innumerevoli soluzioni che sono in grado di fornire un’adatta illuminazione nella casa.

Se hai un soffitto basso o un ambiente molto stretto ad esempio, il lampadario stona e non di poco. Cosa di può fare dunque? Optare per le plafoniere o per i faretti. Magari puoi farti consigliare da un elettricista su come fare l’impianto e come strutturare il tutto.

Oggi si trovano in commercio prodotti variegati per illuminare casa. Il mercato è assai vasto ed è in grado di risolvere in modo funzionale l’intero problema.

Le plafoniere

La prima soluzione pratica e veloce per l’illuminazione senza lampadario è data dalle plafoniere. Oggi molto in voga, in commercio si trovano modelli di ogni genere o specie. C’è la plafoniera in vetro, quella in ferro battuto, quella in stile moderno, o ancora quella in classico.

Esse sono pratiche e funzionali, occupano poco posto e sono evergreen, si adattano cioè ad ogni tipologia di design e ambiente.

Le applique

Le applique sono in grado di sostituire a 360 gradi i lampadari. Questo perché sanno dare la stessa quantità di luce senza incidere sull’impatto estetico. Il beneficio che si ottiene è un’armonia dell’ambiente senza andare a rovinare e a minimizzare lo spazio.

Per coloro che hanno deciso di illuminare la cada senza i lampadari, accanto alle applique possono applicare le strisce a led, che però vanno bene soprattutto per ambienti come cucina, corridoio, disimpegno o per illuminare il vano scala.

Una lampada da terra

Quelle che abbiamo descritto sino ad ora sono delle soluzioni perfette ed esclusive che danno modo alla casa di avere sempre una marcia in più. Lo stesso discorso vale anche per la lampada da terra, alias una piantana. Esse sanno creare un effetto speciale e dare suggestione ed armonia a tutto l’ambiente. Le piantane sono un altro strumento versatile che possono sostituire i lampadari senza difficoltà. Esse sono funzionali e anche a livello estetico fanno la differenza. Si consiglia solo di scegliere un modello che è in sintonia con l’arredo. Inoltre ci vogliono dei modelli che creino il giusto fascio di luce in grado di illuminare la stanza e di valorizzare ogni complemento d’arredo.

Un altro beneficio della lampada da terra è che in base alle specifiche esigenze può essere spostata dall’una o dall’altra parte della casa o della stanza.

L’uso dei faretti

Qualora poi la scelta in termini di illuminazione volesse essere estremamente moderna ed insolita, sempre previo contatto con l’elettricista, è possibile prendere in considerazione l’utilizzo dei faretti.

Stiamo parlando di una serie di prodotti il cui impianto si installa e si incastra all’interno del soffitto. L’ideale sarebbe quella di montarli su cartongesso, e danno modo di creare un fascio di luce ampio e in particolare omogeneo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.