Home Curiosità Quale alimentazione devono seguire i cani di piccola taglia

Quale alimentazione devono seguire i cani di piccola taglia

0
CONDIVIDI
cane

Gli amanti dei cani devono avere massima attenzione alla vita quotidiana dei loro amici a quattro zampe. Che sia un cane di grande o di piccola taglia, l’alimentazione deve essere meticolosa, attenta ai dettagli e soprattutto accorta alle esigenze specifiche del cagnolino. Rivolgendosi ad un veterinario, quest’ultimo in base all’età, alle dimensioni, alla razza e allo stato di salute del tuo cane ti consigliera che tipo di alimentazione fargli seguire, quali sgarri concedergli e quali invece no. Un buon punto di partenza potrebbe essere comprare prodotti di qualità su petenergystore.com.

L’importanza del metabolismo

Un cane di piccola taglia ha un equilibrio metabolico diverso da quelli di media taglia o di grande taglia. Ha bisogno di più energia perché le piccole dimensioni gli permettono di essere attivo, vivace. Per cui consumano più energia. Tuttavia stomaco e apparato digerente in generale sono più piccoli rispetto ad altri cani, così come anche denti e bocca.

Questi due aspetti sono importanti quando si sceglie per loro la dieta, che deve essere bilanciata e corretta. Facciamo un esempio: un Chihuahua ha una grandezza e una gestione del Cino diversa rispetto ad un alano. Ha bisogno insomma di quasi l’80% di energia in più per chilogrammo di peso.

La questione delle crocchette

Perché la maggior parte dei cani di piccola taglia consumano crocchette? La risposta è semplice. Come visto, il metabolismo è molto veloce, ma essendo lo stomaco piccino, il cagnolino ha bisogno di alimenti di piccole dimensioni con un alto contenuto proteico e di grassi, così da soddisfare il suo fabbisogno energetico. Le crocchette sono un’ottima alternativa: sono un cibo facile da digerire, permettono all’apparato diventerete del cane di assorbire agevolmente le sostanze nutritive evitando così problemi di digestione. Per fortuna in commercio trovi croccantini per cani di piccole dimensioni, pensati e studiati proprio per assecondare le esigenze dei cagnetti.

Abbiamo detto crocchette piccole. Ebbene sì, è importante anche scegliere prodotti della giusta dimensione. Se denti e bocca del cane sono piccoli, anche quello che ingerisce deve essere piccolo, facile da masticale e piacevole da mangiare. Se hai notato, con crocchette che non si addicono alle loro esigenze, i cani di piccole dimensioni fanno i capricci, non mangiano volentieri. Invece, ad esempio, se proponi loro i croccantini adatti ai cuccioli ne mangiano di più e con gioia perché sono piccoline, soltanto che non si addicono a loro dal punto di vista nutritivo.

I cani di piccola taglia hanno problemi all’apparato digerente?

Per quanto apparentemente sia più semplice gestire l’alimentazione del cane di piccola taglia, la dimensione ridotta del suo stomaco rappresenta un punto critico. I cagnolini infatti non possono consumare elevate dosi di cibo, altrimenti rischiano di fare cattiva digestione o di sviluppare altri problemi digestivi. Questo piccolo neo potrebbe provocare al nostro amico a quattro zampe anche crisi ipoglicemiche, soprattutto se non si dà la dose ideale di cibo di cui ha bisogno. Qual è il nostro consiglio a riguardo? Previo consiglio veterinario, nutri il cagnolino con piccole dosi plasmate nell’arco della giornata, e non costringerlo ad attività post pasto che possano disturbare la sua digestione.

Dosi e numero di pasti

Ne abbiamo appena parlato ma vogliamo dare il giusto peso a quello che concerne le dosi e i numeri di pasti per i cani di piccola taglia. Di norma se adulto, il cane di piccola taglia si accontenta anche di mangiare due volte al giorno, contro le tre o quattro volte dei cuccioli. Ovviamente in base al suo peso, alla razza di appartenenza e al suo stato di salute, sarà il veterinario a crearti una tabella con Su riportate le dosi giornaliere e il numero di pasti che il tuo amico a quattro zampe deve fare.