Home Realizzazioni Rumori in casa, quando serve un adeguato isolamento acustico

Rumori in casa, quando serve un adeguato isolamento acustico

0
CONDIVIDI
isolamento acustico

Eliminare i rumori nelle case curando tutti gli elementi per avere un eccellente isolamento acustico.

Rumori molesti in casa, cosa fare

Quante volte nelle nostre case siamo disturbati da rumori che ci stressano, ci innervosiscono e rendono meno piacevole la nostra vita quotidiana. Sappiamo quanto le pareti delle case siano spesso sottili, tanto da farci sentire nostro malgrado tutti i rumori che provengono dagli appartamenti adiacenti, laterali, superiori ed inferiori. E’ difficile, in questi casi, intervenire presso i vicini dal momento che si tratta quasi sempre di rumori normali nelle abitazioni, della musica che non è tenuta ad alto volume e ciononostante si sente come se fosse in casa tua, l’aspirapolvere alla mattina, la macchina lavatrice che centrifuga, talvolta sentiamo anche i colpi di tosse, gli starnuti, fino anche ai rumori collegati alle attività intime dei vicini. La cosa può diventare insopportabile ma, appunto, non potendo agire alla fonte, si rende necessario eseguire interventi di isolamento acustico nelle nostre case.

L’intervento più semplice ed economico da realizzare è l’applicazione di pannelli fonoassorbenti alle pareti ma possono rendersi necessari anche lavori identici al soffitto e al pavimento. I pannelli fonoassorbenti hanno anche il vantaggio di isolare anche dal punto di vista termico, quindi con un unico lavoro, un solo intervento, raggiungerai anche il risultato di risparmiare sul consumo energetico riducendo le dispersioni termiche. I pannelli di questo genere sono composti prevalentemente da lana di roccia e di altre fibre minerali.

Come realizzare l’isolamento acustico

L’intervento per realizzare l’isolamento acustico non è molto complicato e non richiede grandi lavori, non intervenendo, di fatto se non in misura minima sulle pareti esistenti; niente cemento, malta, mattoni e quant’altro: si tratta di incollare i pannelli fonoassorbenti alle pareti ricoprendole, poi, con pannelli in cartongesso particolari dette “accoppiate”perché costruttivamente sono abbinate a materiale sempre di tipo isolante. Questo materiale spesso è rappresentato da spugne insonorizzanti. Le lastre di cartongesso sono già lisce e predisposte per la tinteggiatura, evitando in questo modo anche i lavori di carteggiatura e preparazione a questa operazione di finitura.

Da considerare, nella posa, lo spessore di tale ricopertura delle pareti, variabile anche in funzione dell’isolamento che si intende raggiungere. Le lastre presentano spessori diversi, tra 3 e 12 cm che comporta una variazione delle dimensioni della stanza. Questa differenza può essere ininfluente come anche può rivelarsi un problema. Un caso può essere un armadio che occupa interamente una parete; se gli spazi tra i lati dell’armadio e le pareti stesse sono minimi, anche una riduzione dimensionale dello spazio di pochi centimetri possono diventare un vero problema, così come certamente un problema sopravviene laddove i mobili siano costruiti su misura nell’appartamento.

Isolare acusticamente pavimenti e soffitto

Abbiamo parlato finora delle pareti di casa ma abbiamo anche accennato alla possibile necessità di isolare anche soffitto e pavimenti. Per l’isolamento del soffitto bisogna prevedere l’installazione anche in questo caso degli stessi pannelli fonoassorbenti ma anche il posizionamento di una controsoffittatura, sempre con pannelli di cartongesso, il materiale meno costoso anche in termini di manodopera per la posa.

Per isolare i pavimenti, in genere, sono sufficienti dei tappeti di un certo spessore o mettendo in posa della moquette. In genere i rumori arrivano soprattutto dalle pareti esterne o dal soffitto, mentre dal pavimento giungono molto di meno; semmai siamo noi a poter disturbare il vicino del piano inferiore, facendo cadere oggetti o camminando con scarpe rumorose in casa. In ogni caso, isolando la tua casa come descritto, ti renderai anche conto che i costi di riscaldamento si ridurranno sensibilmente, purché anche finestre e porte siano isolate termicamente: a volte basta anche della semplice gomma piuma adesiva per ottenere buoni risultati di isolamento ma se vuoi davvero avere il massimo isolamento possibile devi considerare l’installazione di doppi vetri che isolano termicamente ma migliorano anche l’isolamento acustico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here