Home Materiali Gres vs parquet: quale scegliere?

Gres vs parquet: quale scegliere?

0
CONDIVIDI

La ristrutturazione o la costruzione daccapo della propria casa è un passo decisivo in ogni famiglia e per questo tutto dovrebbe essere studiato, progettato e realizzato alla perfezione, curando ogni minimo dettaglio.

Una delle fasi più delicate è quella della scelta del pavimento, dal momento che le alternative sono infinite e ognuna con la propria peculiarità. Alla fine si sceglie sempre l’alternativa migliore, quella che più riesce ad uniformarsi alle nostre necessità, ma proprio perché queste alternative sono numerose, c’è bisogno di far chiarezza. A cominciare da una distinzione doverosa tra gres e parquet.

Gres vs parquet: pro e contro del primo

La prima analisi accurata pone l’attenzione su un materiale rivoluzionario che ha fatto finire nel dimenticatoio il classico concetto di piastrella. Il gres è un materiale del tutto innovativo il quale facendo leva sulla sua versatilità è diventato padrone del mercato fino ad essere definito il pavimento del futuro.

Una delle sue prime peculiarità è quella di essere in grado di emulare i pavimenti di altri materiali come la pietra, il marmo o il legno in modo del tutto similare. Tale versatilità è data dalle più innovative tecnologie di produzione e di colorazione.

L’anello debole di questo tipo di superficie è però legato all’isolamento acustico, dal momento che per sua natura il gres non è in grado di isolare suoni e rumori che recepiamo dall’ambiente esterno. Un altro problema, anche se minore importanza può essere quello della poca conducibilità termica, ciò vuol dire che ci sarà una scarsa propagazione del calore, ma pure una poca penetrazione del freddo all’interno delle mura domestiche.

Tra i vantaggi pratici si trova invece il fatto che sia molto resistente agli urti, all’umidità e alle abrasioni, peculiarità portata dall’altissima temperatura di cottura, che va oltre i milleduecento gradi.

Gres vs parquet: la scelta del secondo

La storia del pavimento in legno ha radici secolari e anche molto nobili, il che forse dipende quasi sicuramente dalla tecnica raffinata che viene impiegata per la produzione di questo tipo di pavimentazione, la quale non fa altro che accostare tanti listelli di legno di tonalità diverse e di intarsiarli tra loro con dei collanti.

Le distinzioni con il gres porcellanato sono dunque palesi: per prima cosa il parquet ha tra le sue prime peculiarità una discreta percentuale di isolamento acustico e di conducibilità termica, ma in particolare, è una superficie tanto sensibile e delicata, che ha bisogno di molta attenzione anche nei gesti quotidiani.

Questo vuol dire che pure l’urto più sciocco potrebbe mettere a repentaglio il pavimento, i cui costi per ripararlo sono molto alti. Perfino la pulizia è un procedimento da fare con accortezza, dal momento che con il passare del tempo anche una banale scopa dalle setole un poco più dure potrebbe compromettere il legno.  Che siano torelli per gradini di Parquetsartoriale.com o parquet da soggiorno, l’attenzione da riporre è davvero tanta.

Gres vs parquet: ultimi consigli

Si potrebbe forse pensare che ad occhi chiusi qui si protenda per uno piuttosto che per un altro, ma in vero non è affatto così. Quello che davvero conta è imparare a fare una scelta consapevole, affinché l’ambiente in cui si passerà la maggior parte del proprio tempo rispecchi alla lettera la propria personalità e le proprie esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.