Vivere il proprio spazio, senza che lo spazio ci definisca

Il lusso cambia filosofia.

Scritto da Gennaro Esposito • Domenica, 1 marzo 2015 • Commenti 0 • Categoria: Living

C’è stato un tempo in cui il lusso era intesto come ostentazione dell’eccesso a tutti i costi. Il fattore prezzo era predominante e a patto che il prezzo fosse elevato si accettavano caratteristiche dei prodotti che spesso non erano di interesse dell’acquirente. Però concorrevano a creare un mito di unicità a giustificazione di un prezzo.

Un po’ come gli aneddoti che si raccontano di chi al ristorante inizia a leggere la carta dei vini partendo dal fondo alla ricerca della bottiglia più costosa che poi magari non incontra il gusto dei commensali.

I brand italiani del design stanno però orientando le loro creazioni verso una reinterpretazione del concetto del lusso, non più inteso come ostentazione ma come esperienza sensoriale, come appagamento.

Quando si arreda casa, trovare arredi che soddisfino i gusti di una famiglia esigente e di buon gusto può essere talvolta complicato. L'ideale è orientarsi verso arredi che si distinguono per il loro stile si, ma anche per l'ottima qualità dei materiali utilizzati. Un'idea che, per molti, potrebbe sembrare difficile da realizzare ma che diventa semplice per chi sceglie la qualità dei divani Baxter. L'azienda Comasca apprezzata ovunque nel mondo, si è presto distinta per l'alta classe dei suoi divani che, riprendendo le tradizionali lavorazioni locali e lasciando i mastri conciatori ed i designer liberi di ispirarsi assecondando le nuove tendenze ed i nuovi gusti, Baxter ha permesso ai suoi lavoratori di creare dei divani dallo stile unico. 

Translate to en


>>Continua a leggere "Il lusso cambia filosofia."

2298 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Cargo: il trasformabile di Frédéric Saulou

Scritto da Carlo Cazzaniga • Venerdì, 21 settembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Living


Frédéric Saulou è architetto ed interior designer.
Il suo tavolino trasformabile non è affatto da sottovalutare.


Cargo, questo il nome attribuito a questo complemento d’arredo, è stato insignito con primo premio al merito, una volta sottoposto al giudizio di varie giurie del settore.


Cargo si estende e si espande per consentire molteplici scenari di utilizzo.

Frédéric Saulou afferma:
“Cargo è un tavolino ribaltabile, che cambia la percezione dello spazio che occupa con il suo volume oggettivo.
Si può espandere o ridurre in lunghezza, quasi come una scatola da illusionista.
Offre spazio di archiviazione offrendola allo sguardo oppure nascondendola, e la sua geometria invita ad una continua manipolazione”.

Translate to en


>>Continua a leggere "Cargo: il trasformabile di Frédéric Saulou"

7067 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Natureart: il muschio come elemento decorativo

Scritto da Carlo Cazzaniga • Sabato, 21 luglio 2012 • Commenti 2 • Categoria: Living


Muschio come elemento decorativo.

Una piccola macchia di verde per “rinverdire” un angolo dimenticato.

La tecnica di modellare il muschio non è certo una pratica nuova, ma i lo staff di Natureart ci ha dimostrato che si possono percorrere nuove strade.

E’ il caso di queste sfere di legno al cui interno sono state inserite le spore primarie.
Green Planet, questo il nome del progetto è solamente uno dei tanti spunti che si possono trarre del loro sito.

Translate to en


>>Continua a leggere "Natureart: il muschio come elemento decorativo"

9415 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Matthew Robinson: tavoli come “cremini” al sole

Scritto da Carlo Cazzaniga • Venerdì, 15 giugno 2012 • Commenti 0 • Categoria: Living


Matthew Robinson ha chiamato questi tavoli “Fusion Tables” , dimostrando a se stesso ancora una volta che i titoli attribuiti ai suoi lavori non sono certamente il lato più fantasioso della sua creatività.

Nel progetto che vi mostriamo Matthew ha reso tangibile i bozzetti che perfezionò nel laboratorio del College of Art di Leeds durante la frequentazione dell’istituto.

I tavoli in massello sono realizzati a mano dalle essenze di noce ed acero, in uno stile quasi da cartone animato avvicinandosi maggiormente ai piaceri del cacao anzichè alle linee più conosciute del complemento d’arredo più canonico.

Translate to en


>>Continua a leggere "Matthew Robinson: tavoli come “cremini” al sole"

2835 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Maxtape: intravedere un tavolo nella sproporzione di una musicassetta

Scritto da Carlo Cazzaniga • Lunedì, 4 giugno 2012 • Commenti 0 • Categoria: Living


Uno dei simboli degli anni ’80, la musicassetta, diventa un tavolo grazie alla creatività di Jeff Skierka, designer di Seattle.

La creazione è in scala 12:1 ed è stata realizzata con legno d’acero e di noce (quest’ultimo, più scuro, è stato impiegato per il “nastro” della musicassetta).

A sorreggere il tutto, dando l’impressione che la cassetta fluttui nel vuoto, ci sono due lastre di plexiglass.Una terza lastra protegge la superficie del tavolo.

.....Il solito gioco delle sproporzioni che non finisce mai di sorprendere.



Translate to en


>>Continua a leggere "Maxtape: intravedere un tavolo nella sproporzione di una musicassetta "

2270 hits
Tags: ,
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Skrivo: creare un divisorio moltiplicando un singolo modulo

Scritto da Carlo Cazzaniga • Giovedì, 3 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Living


Divide è un sistema che permette di creare un divisorio di qualsiasi grandezza per sviluppo e dimensione.

Il processo produttivo è molto semplice.

Verte infatti sulla ripetitività di un modulo in legno intervallato da inserti metallici che permettono l’orientamento desiderato.

Pur implicando un tempo relativamente lungo per il suo assemblaggio, concede la possibilità di sfruttare ed ottimizzare al meglio avanzi e sfridi di lavorazione.

Divide è un’idea di Skrivo Design e si somma ad un’interessante galleria di prodotti.

Il principio di questo divisorio apre la possibilità di impiegare anche altri materiali, senza escludendo che diverse texture possano apparire ancora più ammiccanti di quanto potete apprezzare qui.

Translate to en


>>Continua a leggere "Skrivo: creare un divisorio moltiplicando un singolo modulo"

7924 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Fraupawlik: trasformare il trasformabile

Scritto da Carlo Cazzaniga • Venerdì, 13 aprile 2012 • Commenti 0 • Categoria: Living


In arredo, il concetto del trasformabile, ha portato diversi soggetti ad attingere a concetti di meccanica e di fisica per poter raggiungere l’obbiettivo desiderato.

Quello che vi presentiamo a seguire invece, verte il suo principio su un concetto molto più semplice, e cioè quello di far interagire i diversi elementi che lo compongono in figure diverse.

Capita quindi che una cassa diventi seduta, e che la stessa seduta sia in grado di diventare un elemento di un “servo” per abiti.

smontando e cambiando di ordine i vari elementi questo complemento riesce ad adeguarsi alle più svariate situazioni.





Translate to en


>>Continua a leggere "Fraupawlik: trasformare il trasformabile"

2361 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Inspiration Chair: la poltrona sottovuoto

Scritto da Carlo Cazzaniga • Mercoledì, 21 marzo 2012 • Commenti 0 • Categoria: Living


“Un vuoto solido, ma pieno d’aria, con gli elementi all’interno che lo riempiono solo in parte. Immaginaria, semplice ma in divenire: una forma senza forma”.

Così Lapo Germasi, 24enne studente di design, ha ideato Inspiration chair, una poltrona sottovuoto da modellare.

In sostanza, un cubo in pvc che contiene delle palline in poliuretano a bassa densità, con una valvola per estrarre l’aria e permettere a ciascun fruitore di decidere l’aspetto e la funzione della poltrona.

L’ispirazione, dichiarata dallo stesso designer, viene dai materassi che memorizzano la forma del corpo e dalla tecnologia dei sacchi salva-spazio.

Translate to en


>>Continua a leggere "Inspiration Chair: la poltrona sottovuoto"

6693 hits
Tweet This!
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!